Sport e tempo libero

ANAGRAFE : cambio di residenza

CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE E RELATIVA MODULISTICA

Dal 9 maggio 2012 i cittadini potranno cambiare residenza non solo allo Sportello dell'Ufficio Anagrafe, ma anche per raccomandata, fax e e-mail.

L'art. 5 del Decreto Legge 9 febbraio 2012 n. 5 convertito in Legge 4 aprile 2012 n. 35, introduce il “cambio di residenza in tempo reale” con novità in merito a:

I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche direttamente all'Ufficio Anagrafe del Comune, oppure trasmettendo la modulistica:

 

  1. per raccomanda indirizzata a Comune di BRUGNATO Ufficio Anagrafe Piazza Martiri, n. 1 19020 BRUGNATO (SP)

  2. per fax al numero 0187.897098

  3. per via telematica all'email brugnatocom@libero.it o tramite PEC all'indirizzo comune.brugnato@legalmail.it

    La trasmissione per via telematica è consentita ad una delle seguenti condizioni:

  1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;

  2. che il dichiarante sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'identificazione;

  3. che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;

  4. che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d'identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo con consapevolezza delle responsabilità penali cui possono andare incontro, per le dichiarazioni mendaci. Infatti, i commi 4 e 5 dell'art. 5 del Decreto legge 9 febbraio 2012 disciplinano la fase che attiene all'accertamento dei requisiti previsti per l'iscrizione anagrafica o per la registrazione dei cambiamenti di abitazione, nonché agli effetti derivanti dagli eventuali esiti negativi di tali accertamenti, in particolare è prevista ai sensi degli art. 75 e 76 DPR 445/2000 la decadenza dai benefici e l'obbligo di denuncia all'autorità competente.

Il Comune entro 45 giorni dalla dichiarazione procede all'accertamento dei requisiti cui è subordinata l'iscrizione anagrafica (innanzitutto l'effettiva dimora abituale). Trascorso tale termine senza che siano pervenute comunicazioni negative, l'iscrizione si intende confermata.

Modulistica:

 

 


Documentazione

ALLEGATO A


ALLEGATO B


ALLEGATO 1


ALLEGATO 2